Progettazione partecipata: verso le attività concrete

Giovedì 5 marzo si è svolto l’incontro del gruppo di lavoro che promuove la progettazione partecipata del PAES. Di che si tratta? Di cittadini – alcuni di Santorso, altri di Comuni dell’altovicentino – che, a partire dalle azioni previste dal PAES, intendono dare il proprio contributo attivo per costruire una comunità integrata e sostenibile.
L’incontro ha seguito un ciclo di tre seminari durante i quali erano stati approfonditi alcuni temi, tra cui: la partecipazione dei cittadini, i gruppi d’acquisto energetico e altre forme per la realizzazione di interventi di questo tipo in forma vantaggiosa, gli incentivi e le detrazioni attualmente esistenti.
Giovedì i partecipanti hanno iniziato a discutere cosa è possibile fare, insieme. In particolare, sono emersi due filoni, entrambi in qualche modo collegati ai temi dell’informazione e della sensibilizzazione. Una prima proposta è quella di capire se e come è possibile costruire uno sportello informativo che permetta ai cittadini di accedere a informazioni su questi temi: che tipi di interventi posso fare? Che opportunità finanziarie ci sono? Posso detrarre? Accedere a incentivi? Quanto mi costa? In quanto tempo si ripaga l’investimento?, sono alcune delle domande a cui lo sportello dovrebbe saper rispondere.
Una seconda proposta è quella di promuovere eventi culturali che permettano ai cittadini di conoscere da vicino gli interventi che altre famiglie del territorio hanno già fatto, i benefici che ne hanno ricevuto e i costi che hanno sostenuto.
Su queste due proposte proseguirà, nelle prossime settimane, il confronto del gruppo di lavoro. La prossima riunione è stata fissata per giovedì 26 marzo alle ore 20.30 presso la Casa del Custode di Villa Rossi e, naturalmente, è aperta alla partecipazione di tutti gli interessati.