A scuola come a casa

Il progetto del Comune di Santorso “A Scuola come a casa” fa un altro passo avanti: in questi giorni, infatti, sono state installate presso le strutture dedicate alla ristorazione due lavastoviglie industriali che permetteranno agli studenti di mangiare su piatti in ceramica, come a casa propria.

La novità, inoltre, ha importanti ricadute ambientali, perché le stoviglie in ceramica sono riutilizzabili e viene perciò eliminato il rifiuto prodotto quotidianamente da piatti e posate. Il progetto, che coinvolge le due mense scolastiche del territorio comunale, partirà da fine ottobre e permetterà di risparmiare ogni anno 21.400 coperti usa e getta. L’installazione delle lavastoviglie, inoltre, ha permesso di potenziare alcuni progetti occupazionali.

“A Scuola come a casa” è un progetto avviato nel 2013, quando l’amministrazione comunale ha deciso di non affidare più a un catering esterno il servizio di ristorazione scolastica, realizzando in collaborazione con la Parrocchia S.M. Immacolata un Centro Cottura presso la Scuola S. Giuseppe. Una scelta che assicura agli alunni freschezza e cura nella preparazione delle pietanze, attraverso un rapporto diretto tra chi cucina il cibo e chi lo consuma. Una mensa che, quindi, propone piatti genuini e naturali facendo l’occhiolino all’ambiente e contribuendo, così, a migliorare il percorso educativo proposto alle nuove generazioni.

L’iniziativa fa parte delle tante azioni previste dal PAES, il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile approvato dal Consiglio Comunale nel febbraio 2014.